La mancanza di autisti di autotrasporti qualificati è una triste realtà per chi lavora nel settore: infatti, assumere e, soprattutto, fare in modo che un conducente rimanga nella propria azienda per lungo tempo è diventata una vera a propria sfida.

Per risolvere questo problema non esiste una soluzione universale efficace, però può essere utile impegnarsi nel fornire formazione e aggiornamenti professionali ai propri autisti, sia che si desideri trovare personale più giovane o da poco abilitato alla guida che per fare in modo che i conducenti con più esperienza rimangano a lavorare per te.

 

Perché è importante garantire un aggiornamento professionale ai propri autisti?

I motivi sono molteplici e portano miglioramenti sia al dipendente che all’azienda stessa perché:

  • un autista può migliorare la sua posizione lavorativa proprio grazie alla formazione e all’aggiornamento a lui proposti e ottenere un avanzamento di carriera e una professionalità maggiore;
  • la possibilità di una formazione regolare in azienda è una calamita per i nuovi dipendenti che desiderano rimanere sempre aggiornati sul settore;
  • consente di conoscere in modo più approfondito i rischi della professione e di migliorare così la sicurezza e l’attenzione alla guida;
  • permette un utilizzo attento degli strumenti a disposizione. Oggi guidare non significa più solamente afferrare il volante e inserire le giuste marce, ma usufruire di tutti gli strumenti che agevolano la guida stessa, dalla telemetria all’analisi dei dati successiva.

 

Benefici annessi

Questi sono alcuni dei benefici da considerare nel momento in cui si decide di migliorare la strategia di reclutamento e di mantenimento del personale attraverso l’aggiornamento e lo sviluppo professionale:

  • L’assunzione in un mercato in cui la domanda è bassa ma l’offerta alta
    La penuria di autisti consente a quest’ultimi di essere più selettivi e considerare in modo più critico i potenziali datori di lavoro e scegliere chi tra loro offre una prospettiva per il futuro migliore, grazie a incentivi in linea con i loro obiettivi di carriera.
    Proporre ai nuovi assunti opportunità di formazione e di aggiornamento professionale dimostra che l’azienda è disposta ad investire su di loro, li mantiene coinvolti e interessati nel proprio lavoro e apre spazio ad una crescita professionale all’interno della stessa azienda – obiettivi che chi cerca lavoro prende altamente in considerazione.
  • Mantenere i tuoi dipendenti produttivi e coinvolti
    Anche se può risultare più favorevole concentrarsi solamente sui nuovi assunti, proporre ai tuoi dipendenti con più esperienza l’opportunità di imparare nuove abilità e di condividere la loro esperienza con i più giovani (per esempio, attraverso la formazione e il tutoraggio) può risultare la giusta mossa per mantenerli produttivi e coinvolti nel loro lavoro.
    Infatti, un dipendente consapevole che l’azienda ha puntato e investito su di lui è molto più disposto a mantenere il posto di lavoro, riducendo il tasso di turn over e la conseguente necessità di ricercare nuovi autisti.
  • formazione e aggiornamento: la chiave per trasferire le conoscenze e per la pianificazione della successione
    I programmi di formazione e aggiornamento permettono al datore di lavoro di utilizzarli a proprio favore in modo che possano supportare gli obiettivi di business attuali e nel lungo termine.
    Per esempio, proporre ai propri autisti di effettuare corsi di preparazione aggiuntivi può aiutare a identificare coloro che potrebbero corrispondere alla figura di istruttore alla guida in un non troppo lontano futuro.
    Oppure, avere un responsabile senior che si incarica dell’addestramento dei nuovi assunti è utile a quest’ultimi per sviluppare le competenze di base che potrebbero essere loro vantaggiose per assumere un ruolo più importante e di comando nella gerarchia aziendale.

In conclusione, aggiornare le competenze dei tuoi dipendenti e insegnare loro nuove abilità aiuterà la tua azienda a costruire una via solida per ottenere al meglio gli obiettivi prefissati nel lungo termine.
E, contemporaneamente, supporta gli sforzi aziendali nel cercare e trattenere le risorse nel breve.

 

Posted in eda